OPERA MUFFA

Fotografie di Daniela Zorzi

Panta Rei. Nulla in natura è statico e immutabile, tutto si trasforma, tutto cambia. Con questa affermazione Eraclito ci pone davanti al concetto del divenire: senza il mutamento, niente potrebbe esistere, perché il divenire è l’essenza del cosmo.

“OPERA MUFFA” interpreta la caducità delle cose e la loro trasformazione.

Trasformazione data dal sopravvento dell’esistenza sulla morte intesa non come fine delle cose, ma come rinascita e creazione di forme e cromatismi che si espandono e che sono la base della forza ostinata della vita.

Forme che si manifestano in immagini fantastiche di animali mitologici, diavoli e angeli, paesaggi fioriti di mondi che non esistono. Attrazione, repulsione, sogni e incubi nascosti in ognuno di noi.

E sarà questo duplice stato ad indurre lo spettatore a scoprire sempre nuove forme e misteri.

“Nei miei scatti fotografici, fisso l’attimo del cambiamento. Il passaggio cruciale tra la morte e la sopravvivenza del nuovo. Non c’è angoscia di quello che era ma curiosa esaltazione per ciò che di nuovo si sta formando”.

Daniela Zorzi

                                              OPERA MUFFA

                                                         Photographs about Mould by Daniela Zorzi

Panta Rei. Nothing in nature is static and immutable, everything commutes, everything changes. With this statement, Heraclitus confronts us with the concept of becoming: without change, nothing could exist, because becoming is the essence of the cosmos.
"OPERA MUFFA" interprets the transience of things and their transformation.
Transformation given by the survival of existence on death understood not as the end of things, but as rebirth and creation of forms and chromatisms that expand and which are the basis of the stubborn force of life.
Forms that manifest themselves in fantastic images of mythological animals, devils and angels, flowered landscapes of worlds that do not exist. Attraction, repulsion, dreams and nightmares hidden in each of us.
And it will be this twofold state that causes the spectator to discover always new forms and mysteries.

"In my photographs, I fix the moment of change. The crucial passage between death and the survival of the new. There is no anguish of what was but curious exaltation for what is being formed again ".

Daniela Zorzi

In mostra dal 9 al 18 febbraio

Spazio Alda Merini - Milano

Inaugurazione evento

9 febbraio 2018

Reading di poesie lette da: Niccolò Nego Villa

Inaugurazione evento

21 febbraio 2018

In mostra dal 21 febbraio al 3 marzo

MACAO - Milano

Dal 20 aprile 

al 17 giugno 2018

in mostra nella Libreria del Portone

a Reggio nell'Emilia

Dal 18 al 25 luglio 2018

in mostra a

Casa Jellici Tesero (Trento)

Innaugurazione con reading di poesie

Accompagnamento musicale di Fiorenzo Zeni

© 2023 by IN Studio. Proudly created with Wix.com

 

  • b-facebook
  • Twitter Round
  • b-googleplus